Brutte storie che capitano

Brutte storie che capitano

Marco era un nuovo collega appena arrivato. Sapevo poco di lui se non che era veramente carino. Mi girava intorno durante la pausa pranzo e faceva continue allusioni a quanto fossi attraente (essi ragazzi sono figa).
Alla fine mi ha invitato per una cenetta che lui ha definito informale…
Mi ha anche detto: “mi raccomando, niente lussi, mica spenderemo un milione di euro per una cena, vero?”
Ci sono rimasta male, ma l’ho presa solo come una battuta poco felice.
Quella sera a tavola non ha fatto altro che ripetere quanto le donne siano più attaccate ai soldi degli uomini.
Al momento di pagare il conto mi ha detto che non aveva contanti e che avrei dovuto prestargli i soldi. Una volta usciti dal ristorante mi ha chiesto se volevo andare al cinema, ma, sempre pagando io.
Ho declinato l’invito e sono scappata.
So che ha un buon lavoro e non può avere problemi economici: è semplicemente un tirchio!

Quindi ragazzi per il futuro…

PRIMA DI INVITARMI FATE UN BEL RIPASSO DI GALATEO!!!!